dati

 Home |  Archivio Dati |  Strumentazione |  Pubblicazioni |  Progetti |  Staff |  Contatti |  Login
← back
Languages: IT     EN         25/06/2017 - 01:58  

La stazione è concepita per monitorare in maniera continua il bilancio completo di momento (impulso ceduto dal vento alla superficie) di energia (calore)e di vapore acqueo scambiati tra la superficie e l’atmosfera (flussi turbolenti).

E' composta da due sistemi complementari:

Palo telescopico con strumentazione a risposta rapida

Si tratta di un palo telescopico a 6 sezioni, sollevabile per mezzo di 2 carrucole fino a 16 metri di altezza con 3 livelli predisposti per il posizionamento della strumentazione. Sull’ultimo livello sono attivi:

un anemometro sonico 3D (SOLENT-GILL RESEARCH) a 20 Hz,un igrometro rapido al Krypton, (CAMPBELL Kh20) per la misura delle fluttuazioni turbolente di umidità tramite le fluttuazioni di assorbimento di un fascetto di luce violetta emessa da una lampada al krypton. E’ un analizzatore ‘open path’ cioe’ misura direttamente sulle particelle di aria libere in atmosfera, senza previa aspirazione e campionamento.

un termoradiometro di superficie (EVEREST 4000.4GL) che misura la radiazione emessa dalla superficie sottostante, e quindi la temperatura di radiazione della superficie stessa utilizzando una apposita cavita’ come ‘corpo nero’ .

un radiometro netto, (MICROS RADNT) che misura la differenza tra la radiazione proveniente dall’emisfero celeste e quella emessa dalla superficie terrestre, sia nel visibile che nell’infrarosso termico. Questa radiazione è il flusso di energia totale disponibile per il riscaldamento dell’atmosfera, del suolo e per l’evaporazione. La misura e’ basata su sistema di termopile che danno una tensione elettrica in risposta ad una differenza di temperatura tra la faccia superiore e la faccia inferiore dello strumento

un termometro e un igrometro (ROTRONIC MP100 ) per la misura della temperatura e dell’umidità atmosferica.

I dati vengono raccolti e preelaborati da un notebook con un apposito software messo a punto dall’ISAC-CNR e che permette una prelaborazione per ottenere direttamente in uscita i flussi turbolenti calcolati nel sistema di riferimento ottimale per essere utilizzati in micrometeorologia (sistema di streamline’). Oltre alla utilizzabilità dei dati senza necessità di preelaborazioni il risparmio di spazio dati che si ottiene può essere conveniente per il monitoraggio continuo di lungo periodo a cui la stazione è dedicata.

Stazione Meteorologica Automatica

E' composta da vari sensori dedicati anche alla acquisizione di dati nei primi strati del suolo.

Oltre ad un anemometro tradizionale a coppette, un barometro, un pluviometro, 2 sensori di temperatura e umidità dell’aria a 2 diversi livelli (ROTRONIC MP300) un piranometro fotovoltaico (CAMPBELL LI200X) per la misura della radiazione globale (dall’emisfero celeste) e un radiomentro netto (REBS Q*7.1) (vedi punto 1)) la stazione contiene vari sensori interrati:

2 sensori di temperatura del suolo a termistore a 2 livelli diversi (CAMPBELL 108L)

2 sensori di contenuto idrico del terreno (DECAGON EC-5) a 2 livelli diversi , basati sulla risposta capacitiva ad un impulso elettrico, che cambia sensibilmente con il contenuto d’acqua del mezzo circostante il sensore.

2 sensori di flusso di calore a termopila (HUKSEFLUX) a 2 livelli diversi.

I dati vengono acquisiti su un datalogger dedicato (CAMPBELL CR10X) energeticamente autonomo (a batteria alimentata da pannello solare), appositamente programmato e potenziato con un multiplexer.

Copyright © 2008 - All rights reserved - Webmaster Mino Elefante